Viaggiatori sulla Flaminia fa tappa a Scheggino

Con questo stesso ‘spirito’ e desiderio di verità, nell’estate 1998 iniziarono i primi itinerari dei ‘Viaggiatori sulla Flaminia’

Viaggiatori sulla Flaminia fa tappa a Scheggino

SCHEGGINO – “Viaggiatori sulla Flaminia”  farà tappa a Scheggino domani (domenica 12 novembre). Il progetto curato da Franco Troiani vuole riprendere un percorso iniziato lo scorso anno in Valnerina e poi interrotto a causa del terremoto. L’itinerario di Scheggino, che prevede un reportage video – fotografico artistico, è di fatto la quindicesima tappa della decima edizione del progetto “Viaggiatori sulla Flaminia”.

Diciotto gli itinerari programmati, con diversi viaggi compiuti in Valnerina lo scorso anno, in particolare nel territorio di Preci e Norcia. Dopo lo stop forzato a causa del sisma di un anno fa, ora Franco Troiani e gli altri curatori del progetto (Emanuele De Donno, Giuliano Macchia e Fulvio Porena) sono ripartiti approdando nel borgo sulle rive del Nera.

“Viaggiatori sulla Flaminia”  vuole essere un invito a riflettere sulla condizione umana e sui complicati modelli di sopravvivenza, soprattutto un incoraggiamento alla vita, ai valori spirituali, alla difesa del territorio, contro l’incuria e l’abbandono, lo spopolamento delle montagne e dei piccoli paesi.

“La prima edizione Viaggiatori sulla Flaminia – racconta Franco Troiani – ebbe origine a Spoleto, risveglio condiviso subito dopo il terremoto dell’ottobre 1997, con riferimento alla chiesa parrocchiale di San Giacomo che nel passato figurava negli itinerari compostelani: gli affreschi di Giovanni Spagna nella zona absidale della chiesa, raccontano di un viaggio miracoloso durante il rituale Cammino dei pellegrini che, fin dal Medioevo, ancora oggi si recano a Santiago de Compostela.

Con questo stesso ‘spirito’ e desiderio di verità, nell’estate 1998 iniziarono i primi itinerari dei ‘Viaggiatori sulla Flaminia’.

Nei percorsi, oltre le meraviglie della natura, sono stati ‘abitati e goduti’ luoghi di preghiera e di lavoro, della terra e dell’industria, musei, spazi inusuali, con orari e regole diverse, incognite, contrattempi e variazioni a zig zag, sempre con la straordinaria collaborazione di alcune istituzioni pubbliche, soprattutto di piccoli comuni e associazioni culturali, per l’accoglienza di artisti e operatori culturali, portatori di linguaggi, esperienze e storie individuali diverse: con le loro idee, opere, azioni, interviste e reportage di viaggio in continua evoluzione”.

Parte del materiale di documentazione, frutto degli itinerari in Valnerina, verrà esposto a partire da sabato 16 dicembre, nella Sala StenLex di Palazzo Collicola Arti Visive di Spoleto.

Il programma dell’appuntamento di Scheggino, domenica 12 novembre 2017 – a cura di Viaggiatori sulla Flaminia con la collaborazione di EPVS, Ria Lussi, Ugo Piccioni, e Agostino Lucidi (Cedrav) – prevede alle ore 11, in piazza Carlo Urbani, un reportage video – fotografico di EPVS, Ugo Piccioni, Ria Lussi con un intervento di Agostino Lucidi.

Quindi la visita alla chiesa di San Nicola (dove è conservato l’ultimo affresco di Giovanni Spagna, prima della sua morte, affresco poi finito dai suoi allievi) e al museo del Tartufo “Urbani”. Alle ore 12.30 in piazza Carlo Urbani intervista al sindaco di Scheggino Paola Agabiti. Seguirà una visita libera nel castello e borgo medioevale. Alle ore 14 protagoniste “Le acque della Valcasana e del Nera”, mentre alle ore 15 il gruppo si sposterà al castello di Pontuglia ed alle 16 a quello di Ceselli.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*